Corso P1 – DIRETTORE DI STABILIMENTO

Sto caricando la mappa ....

Data e ora
11/11/2019 - 12/11/2019 - Ora: 9:00 am - 6:00 pm

Luogo
VALEO in

Categoria corso



Direttore di Stabilimento

P1 – DIRETTORE DI STABILIMENTO

 

Il corso, estremamente concreto, permette ai partecipanti di definire e implementare con successo le strategie e le tattiche di miglioramento delle performance dello stabilimento, sia in termini di efficienza, quindi di costi e di profitto, sia in termini di efficacia, quindi di flessibilità, velocità e puntualità di consegna.

 

A chi è rivolto

  • Direttori di Stabilimento
  • Direttori di Produzione
  • Responsabili di Produzione

 

Apprenderete a…

  • Redigere e condurre un piano pluriennale di miglioramento delle performance globali
  • Attivare progetti operativi e team interfunzionali integrati ed efficaci
  • Progettare e attivare interventi organizzativi mirati al coinvolgimento interfunzionale e alla condivisione di obiettivi comuni
  • Identificare e agire sulle 3 leve fondamentali di cambiamento: gli strumenti, l’organizzazione e le persone
  • Ottenere il coinvolgimento e l’adesione del personale agli obiettivi fissati

 

Esercitazioni, Progetti e Case Studies

  • Stesura di un piano strategico di produzione
  • Progettazione di un piano di miglioramento delle performance
  • Analisi e definizione dei fattori critici di successo di fabbrica
  • Discussione di casi concreti: passi, criticità, leve di successo

 

I plus

Ai partecipanti saranno lasciati gli eseguibili per il calcolo degli indicatori di performance e per la mappatura delle competenze del personale. 
Ogni argomento è supportato da esempi e casi aziendali reali vissuti dal docente e discussi con i partecipanti

  

PREZZO: 

Quota Singola 950€  – Quota Multipla 850€, Valori compresivi di materiale didattico, attestato, coffee break e colazione di lavoro

 

DATE EDIZIONI: 

29-30 Maggio 2019

11-12 Novembre 2019


PROGRAMMA

L’evoluzione di mercato: i nuovi parametri produttivi strategici e i fattori critici di successo

  • L’evoluzione del mercato: vincoli e leve di successo
  • Efficacia ed efficienza di stabilimento: i nuovi fattori critici di successo
  • Competere sul piano di costi, qualità, servizio: il cambiamento necessario e la collaborazione interfunzionale

 

Il Piano Strategico di Produzione: dalla formulazione alla implementazione operativa

  • Definire gli obiettivi di performance rispetto ai fattori critici di successo: qualità, costi, servizio
  • Esplodere gli obiettivi strategici in sotto-obiettivi e indicatori mirati
  • Redigere il piano strategico triennale
  • Scomporre il piano strategico in piani operativi di breve periodo
  • Controllare e gestire efficacemente il piano di miglioramento

 

Misurare le performance: come progettare e implementare un cruscotto di indicatori efficace

  • Logiche e obiettivi del cruscotto
  • Aree di monitoraggio e livelli di dettaglio:
    – qualità
    – lead time e servizio 
    – costi ed efficienza 
    – sicurezza 
    – flessibilità
  • Visual Factory e comunicazione efficace

 

L’analisi dei risultati e la definizione di azioni correttive: il controllo di gestione in produzione

  • Ottimizzare il sistema di controllo di gestione individuando il miglior criterio di contabilità industriale
  • L’analisi fine e comparativa dei costi per il monitoraggio delle performance

 

La stesura del budget di produzione

  • Il budget degli acquisti/approvvigionamenti
  • Il budget della manodopera diretta/indiretta
  • Il budget dei materiali
  • Il budget degli investimenti
  • Il budget dei servizi tecnici di produzione
  • Budget operativo e budget dinamico
  • Utilizzare budget rigidi e flessibili e misurare gli scostamenti sui costi e sulle quantità

 

La valutazione degli investimenti

  • Criteri generali
  • Calcolare il periodo di ritorno (pay back time)
  • Valutare la redditività degli investimenti: VAN e TIR

 

La valutazione delle performance e la definizione del sistema incentivante

  • Mappare e monitorare le performance individuali e di squadra: la matrice delle competenze
  • Progettare il sistema incentivante/premiante: parametri qualitativi e quantitativi, obiettivi a breve/ medio/lungo termine, modalità di monitoraggio
  • Incentivazione individuale, collettiva, di gruppo
  • Determinare il giusto equilibrio tra retribuzione fissa e variabile
  • Proporre e condividere con successo il sistema incentivante

 

L’evoluzione verso l’organizzazione snella (lean) di fabbrica

  • Da fabbrica tradizionale a fabbrica integrata
  • Da reparti a cellule produttive o unità tecnologiche elementari
  • Dal controllo alla responsabilizzazione
  • Nuovi ruoli e responsabilità del personale di fabbrica
  • Le leve di successo nella gestione del personale:
    – dalla specializzazione alla polivalenza e polifunzionalità 
    – motivazione, coinvolgimento, valorizzazione del personale 
    – delega e crescita professionale

 

Migliorare le performance: il pilastro competitivo ‘costi’

  • Identificare e misurare il valore e gli sprechi: il Value Stream Mapping
  • Attivare azioni concrete e motivanti: il kaizen
  • Ottimizzare l’efficienza di linee e impianti: OEE, 5S, 4M
  • Ottimizzare la produttività del personale: l’efficienza globale della manodopera

 

Migliorare le performance: il pilastro competitivo ‘tempo’

  • Analisi e ottimizzazione del layout e dei flussi produttivi: i passi e gli strumenti necessari all’eliminazione di attese, ritardi e asincronie
  • Cell Design: da flussi incrociati a flussi tesi e veloci
  • Micro-layout e ottimizzazione delle postazioni interne al flusso
  • Bilanciamento e livellamento del flusso produttivo
  • La metodologia LTR (Lead Time Reduction): ottimizzare il valore nel processo produttivo
  • Sistemi Pull e Just in Time
  • Flessibilità e riduzione dei tempi di cambio produzione: SMED & Quick Change Over

 

Migliorare le performance: il pilastro competitivo ‘qualità’

  • Misurare e controllare i “costi della non qualità”
  • FMEA di processo: attivare filtri efficaci di non conformità
  • Responsabilizzare il personale diretto all’autocontrollo

 

Il coinvolgimento del fornitore nel miglioramento delle performance

  • Coinvolgere il fornitore nel processo di miglioramento: criticità e leve di successo
  • Dal rapporto tradizionale all’integrazione logistico-produttiva: partnership e co-design

Social media

Condizioni di Utilizzo

REA: MB – 1780357 P.IVA: 04882770961